sabato 22 luglio 2017

L'Africano è arrivato alla mansardina: l'investigatore Tombolo e il primo caso



Il caldo non si attenua e avanza in ogni luogo in questa bollente estate dove tutto sembra ormai destinato a riscaldarsi. 
Il caldo è arrivato anche nella mansardina dell'investigatore Tombolo che con il suo terrazzino si affaccia sul mare e sui tetti della pittoresca cittadina di Spaccabellezze, un tranquillo borgo di pescatori della Toscana del sud. 
L'investigatore Tombolo è alle prese col bollore dell'anticiclone Africano che, guarda caso, è passato anche di lì per non fare mancare niente a nessuno. Tombolo non riesce a dormire dal caldo. Sarà colpa dei bollori del caldo oppure sono tutti i pensieri che ha per la testa che non gli fanno prendere sonno. Questo lo sa solo lui e lo saprete anche voi se leggerete il giallo del primo caso dell'agenzia investigativa "Tombolo Investigazioni".
Il primo giallo dell'investigatore Tombolo è stato pubblicato nel 2016 da Cristian Cavinato della Cavinato Editore International di Brescia. Il giallo "ZAMPA DI GATTO, CODA DI MANTA E CORNA DI GAZZELLA" è un caso dell'agenzia investigativa "Tombolo Investigazioni" che si svolge a Spaccabellezze, un pittoresco borgo di pescatori nella Toscana del sud. 
 


    Erano da poco passate le due e non arrivava un filo d’aria fresca, nemmeno a pagarlo oro. Aveva spalancato la portafinestra della camera sulla terrazza vista mare e il finestrino del cucinotto vista vicolo per fare un po' di riscontro, ma senza alcun risultato. Si era tolto pure la canottiera. Era rimasto lì, sdraiato nel letto a faccia in su. Attendeva una folata d’aria fresca che quella sera sembrava volesse saltare l’appuntamento con quel piccolo angolo di mondo.
    Era la fine del mese di giugno ma l’aria che si respirava in paese era afosa fin dal mattino presto, come ad agosto inoltrato.
    Doveva ammettere che la signorina del meteo aveva avuto ragione: “In arrivo l’anticiclone africano Scipione, caldo afoso eccezionale in netto aumento. Consigliamo agli anziani di rifugiarsi in un centro commerciale dove c’è l’aria condizionata”. Il comunicato dai toni allarmistici sembrava più un’allerta di un attacco aereo, con tanto dì indicazioni per il rifugio più vicino. Esagerato ad arte, per indurre gli anziani ad entrare nel supermercato del centro commerciale medesimo a comprare qualcosa. Due passi fra i banchi frigo li avrebbero rinfrescati ancora di più e non si sarebbero lasciati sfuggire l’imperdibile offerta 3x2 della pizza Tonno e cipolla, rivalutata come anti-età per gli omega 3 del pesce e antibiotico per le proprietà terapeutiche della cipolla, ormai considerata un toccasana per la terza età.  
     L’ondata di caldo eccezionale del torrido anticiclone africano era dovuta al fatto che Scipione dal “continente nero” si era spostato in Italia. Ma perché Scipione non era rimasto dalle sue parti fra dune e cammelli? Forse per uno scherzo del destino che si era messo a scombussolare le carte in tavola nel Mediterraneo? Nessuno si spiegava il perché. Ma anche a questo la signorina del meteo aveva dato la sua spiegazione: “A causa di un eccezionale cambiamento del normale ordine della circolazione meteorologica degli anticicloni africani nel bacino mediterraneo”. Invece, per Tombolo, i tanti arrivi dei barconi della speranza in quei giorni a Lampedusa dovevano avere convinto pure Scipione a spostarsi qui da noi. Ormai lo sapevano tutti i migranti che si spostavano in Italia: qui da noi ti davano un letto e pure da mangiare gratis. 
 

I gialli di Tombolo sono in vendita anche su IBS
in formato ebook e libro


Buona lettura con i gialli dell'investigatore Tombolo. 
 
P.S. Leggete quello che vi pare.
Ma ricordate sempre che:
"Leggere i gialli di Tombolo
non è un dovere
ma è un piacere per l'autore
(e per l'editore)".


Nessun commento:

Posta un commento