domenica 29 luglio 2018

Un giallo "spaziale" per l'indagine internazionale

Tempo di relax sulla Terra e anche nello Spazio. 
Le notizie del nuovo giallo internazionale volano e il passaparola è giunto fino nello Spazio (?) dove ci si rilassa anche leggendo un libro che "spazia" fra misteri, delitti, Toscana, Interpol, ricette e personaggi curiosi. 
Proprio come sta facendo il nostro lettore astronauta (im)possibile americano.  

Indagine nello Spazio per chi di giallo non è mai sazio (perdonate la rima ma ci stava proprio bene). E dove spazieranno le indagini farraginose a tappeto messe in piedi dall'impresentabile ispettore capo Lupescu?  


Questo e non solo questo è "UNA TEMPESTA NELLA TAZZINA" il nuovo giallo in EDIZIONE SPECIALE del commissario Cantagallo che è stato pubblicato da Lello Lucignano della LFA Publisher di Caivano (Napoli).

Il giallo è in vendita anche su LIBROco e AMAZON

(Momentaneamente non disponibile su IBS)



Nuvole all'orizzonte per Cantagallo

In questa calda estate ci vorrebbero delle nuvole per avere un po' di fresco, almeno momentaneamente per smorzare la calura estiva di questo fine settimana. Allora cosa c'è di meglio delle nuvole del nuovo giallo "UNA TEMPESTA NELLA TAZZINA" del commissario Cantagallo? 

Un giallo "fresco" che è ambientato in una fredda e ventosa giornata di inizio novembre a Collitondi. Solo la lettura delle prime pagine del giallo vi rinfrescherà il corpo e la mente!  

Il giallo del misterioso diplomatico inglese Sir Reginald Blueberry scomparso in circostanze torbide che s'intrecciano con impalpabili individui senza scrupoli. 
Ma chi è questo diplomatico inglese? Ve lo chiedete voi e se lo è chiesto pure il commissario Cantagallo.  


Questo e non solo questo è "UNA TEMPESTA NELLA TAZZINA" il nuovo giallo in EDIZIONE SPECIALE del commissario Cantagallo che è stato pubblicato da Lello Lucignano della LFA Publisher di Caivano (Napoli).

Il giallo è in vendita anche su LIBROco e AMAZON


Momentaneamente non disponibile su IBS





"Andiamo per ordine": il metodo rigoroso di Cantagallo


Mettere i fatti importanti in fila e in un ben preciso ordine: questo è ciò che deve fare un buon poliziotto, secondo il commissario Cantagallo.  

Il commissario Cantagallo sa bene che occorre analizzare i fatti in modo rigoroso, capire quali sono quelli importanti, distinguere gli accadimenti significativi e pertinenti dalle circostanze fuorvianti ed estranee all'indagine in corso. Anche nella nuova indagine del giallo "UNA TEMPESTA NELLA TAZZINA" avrà il suo daffare per mettere ordine in tutto quello che è successo. Anche perché in questa indagine non si muove da solo con i suoi uomini ma deve concordare ogni mossa con l'ispettore capo Lupescu, spedito a Collitondi dall'Interpol di Bucarest in Romania, che di delitti non se ne intende per niente anche se non vuole ammetterlo. Cantagallo cercherà di raccogliere indizi importanti, ma dovrà farlo senza fare innervosire l'irrequieto Lupescu che si muove nella scena del delitto con la cautela di un elefante in una cristalleria. Invece chi si dovrà muovere con attenzione è il commissario Cantagallo che non accetta l'ipotesi del poliziotto rumeno e che dovrà perseguire una propria indagine parallela per scoprire come stanno le cose nel delitto del diplomatico inglese, il poliedrico Sir Blueberry, misteriosamente scomparso.  

Per risolvere questo delitto il commissario Cantagallo dovrà mettere ordine fra tutti i fatti conosciuti per evitare di prendere una strada sbagliata che non lo porterà da nessuna parte e di questo argomento parla ai suoi uomini. Quindi "ordine" è proprio quello che ci vuole per risolvere questo misterioso caso del delitto del diplomatico inglese. Ma chi è questo diplomatico inglese? Ve lo chiedete voi e se lo è chiesto pure il commissario Cantagallo.  

Qui sotto potete leggere un estratto del giallo dove Cantagallo ragiona con i suoi uomini a proposito dei fatti accaduti.





«Andiamo per ordine. L’indagine in cui ci hanno coinvolto è particolare per due aspetti. Il primo è che dobbiamo offrire solo una consulenza investigativa, così ha detto il Giudice Fontanarosa. Il secondo è che tutto quello che abbiamo visto è l’esatto contrario di tutto quello che Lupescu ha detto che sia. Prima di tutto una precisazione. La dottoressa Turchi non è con noi perché è impegnata con la famiglia. Se dovessimo avere bisogno del suo apporto, basta chiamarla e arriva. Pensavo questo. Allo stato dei fatti, sappiamo ben poco di quello che è accaduto nella cucina della villetta di Sir Reginald Blueberry, diplomatico dell’ambasciata inglese a Roma scomparso da giovedì mattina, ultimo giorno in cui si è sentito per telefono con la moglie. Quello che sappiamo con certezza è che Sir Blueberry è un buongustaio della carne di maiale che consuma nella tavola della sua villetta ed è pure un buongustaio di altra carne, più fresca e non macellata, che consuma nel letto delle sue amanti o prostitute che siano. Nel senso che Jerry, così è chiamato dai suoi amici intimi l’inglese, è un gran puttaniere.»
    Cantagallo controllò lo sguardo dei suoi uomini per capire se fossero bene attenti e continuò.
    «Non ho usato degli oggetti per spiegarvi le cose come stanno perché da un momento all’altro potrebbe arrivare Lupescu e non voglio che pensi che stiamo elaborando una nostra pista investigativa, alternativa e opposta alla sua ma che…»
    «Abbiamo un’altra pista?» Bandino non capiva granché.
    «Sì, abbiamo un‘altra pista! Se hai la pazienza di starmi ad ascoltare in silenzio, poi mi dici la tua. Ma è possibile che ve lo devo dire tutte le volte!»



Questo e non solo questo è "UNA TEMPESTA NELLA TAZZINA" il nuovo giallo in EDIZIONE SPECIALE del commissario Cantagallo che è stato pubblicato da Lello Lucignano della LFA Publisher di Caivano (Napoli).

Il giallo è in vendita anche su LIBROco e AMAZON


Momentaneamente non disponibile su IBS





sabato 28 luglio 2018

IL NUOVO GIALLO INTERNAZIONALE è ordinabile su LIBROco

Per chi volesse ordinare il libro "UNA TEMPESTA NELLA TAZZINA", informo che è disponibile su LIBROco e momentaneamente non è disponibile su IBS.it. 


BUONA LETTURA e buon fine settimana a tutti voi!

La vicenda si svolge all'inizio di novembre, il periodo dei morti, per intendersi, e proprio un morto (un diplomatico inglese dalle strane abitudini) capita fra capo e collo al commissario Cantagallo che sarà prelevato in fretta e furia per essere portato sul luogo del delitto ma comunque sul posto dove si presume che tale delitto sia stato commesso.
Ma chi è questo diplomatico inglese? Ve lo chiedete voi e se lo è chiesto pure il commissario Cantagallo.
Questo e non solo questo è "UNA TEMPESTA NELLA TAZZINA" il nuovo giallo in EDIZIONE SPECIALE del commissario Cantagallo che è stato pubblicato da Lello Lucignano della LFA Publisher di Caivano (Napoli).



Anche a Giulietta piace la nuova indagine

Oggi vi propongo quello che le lettrici e i lettori hanno detto a proposito del nuovo giallo internazionale del commissario Cantagallo. 
Qui c'è il secondo commento della cortese lettrice "Giulietta", anche lei una mia vecchia conoscenza perché ha letto altri gialli del commissario e che anche in questa occasione ha fatto sapere il suo parere del giallo "UNA TEMPESTA NELLA TAZZINA" . Anche il suo giudizio è stato ottimo e non potrei chiedere di meglio. 

Anche il suo commento è a 5 STELLE:
"Può un giallo strappare qualche risata? Assolutamente sì se è stato scritto da Fabio Marazzoli e annovera fra i personaggi il commissario Cantagallo, un procuratore che non ne vuole sapere di essere invischiato in affari di poco conto ma solo in crimini internazionale (come accade in questo giallo!!!) e un questore che snocciola frasi in latino in continuazione per risolvere un mistero che appassionerà il lettore. Romanzo breve, ma questo non gli toglie nulla. Perché risulta divertente, scritto bene e scorrevole. Inoltre ha il pregio di far trascorrere al lettore un paio d'ore di relax. L'aspetto più divertente è lo sguardo disincantato che il commissario Cantagallo riserva ad autorità, ministri plenipotenziari, poliziotti giunti appositamente dall'Interpol e giochetti di potere. La risata è assicurata grazie ai fraintendimenti che accompagnano lo svolgersi delle vicende. La presenza del nuovo ispettore capo Lupescu è stupenda, da incorniciare. Lo consiglio per un pomeriggio al mare, in un prato o anche a casa in compagnia di un bel ventilatore. Vi consiglio di conoscere il commissario Cantagallo."

Grazie "Giulietta" da parte mia e da parte dell'Editore. 

Ma cosa è successo al diplomatico inglese misteriosamente scomparso? E che fine ha fatto l'inquietante kit anti-vampiro? Ve lo chiedete voi e se lo è chiesto pure il commissario Cantagallo che dovrà sudare sette camicie per sbrogliare la matassa ingarbugliata dall'ispettore capo Lupescu incaricato di condurre l'indagine internazionale.
Questo e non solo questo è "UNA TEMPESTA NELLA TAZZINA" il nuovo giallo in EDIZIONE SPECIALE del commissario Cantagallo che è stato pubblicato da Lello Lucignano della LFA Publisher di Caivano (Napoli).


A Nicoletta piace la nuova indagine

Oggi vi propongo quello che le lettrici e i lettori hanno detto a proposito del nuovo giallo internazionale del commissario Cantagallo. 
Qui c'è il commento della gentile lettrice "Nicoletta", che è una mia vecchia conoscenza perché ha letto altri gialli del commissario e che anche in questa occasione ha fatto sapere il suo parere del giallo "UNA TEMPESTA NELLA TAZZINA" . Il suo giudizio è stato ottimo e non potrei chiedere di meglio. 

Ecco il suo commento a 5 STELLE:
"I motivi per cui ho apprezzato il giallo di Fabio Marazzoli sono tanti. Mi è piaciuto molto l’introduzione di alcune ricette all’interno della storia, in particolare una mi ha fatto molto gola (Tochitura di maiale saporito co peperoni e patate!!! Da rifare a casa...) e mi è piaciuto anche l’inserimento dei nuovi poliziotti internazionali un po' cretini e un po' approssimativi. Assolutamente da non perdere i colloqui fra il mitico ispettore capo Lupescu e Cantagallo. Insomma, come ho detto altre oltre e come avrete capito, nei gialli di Cantagallo oltre all’indagine c’è molto di più. Ci sono tante piccole scene di vita quotidiana messe insieme, c’è complicità, rispetto, affetto e ironia, tutti elementi che mi hanno spinta ad apprezzare a pieno il lavoro di questo autore. Non sono un’amante dei gialli, ma sono contenta di avere scelto il giallo di Marazzoli, perché a lettura terminata posso dirvi che ne è valsa la pena. La svolta finale dell’indagine ha dato quel tocco in più. Da non perdere."

Grazie "Nicoletta" da parte mia e da parte dell'Editore. 

Ma cosa è successo al diplomatico inglese misteriosamente scomparso? E che fine ha fatto l'inquietante kit anti-vampiro? Ve lo chiedete voi e se lo è chiesto pure il commissario Cantagallo che dovrà sudare sette camicie per sbrogliare la matassa ingarbugliata dall'ispettore capo Lupescu incaricato di condurre l'indagine internazionale.
Questo e non solo questo è "UNA TEMPESTA NELLA TAZZINA" il nuovo giallo in EDIZIONE SPECIALE del commissario Cantagallo che è stato pubblicato da Lello Lucignano della LFA Publisher di Caivano (Napoli).



domenica 22 luglio 2018

Un assaggio del giallo di Castiglioni Marina

Oggi vi propongo anche un assaggio delle prime pagine dell'indagine di mare "LA COLLANA DI AMBRA" del commissario Cantagallo che si svolge a Castiglioni Marina sulla costa della Toscana centrale. Potete leggere le prime pagine cliccando più sotto dove c'è scritto "Leggi le prime pagine del libro".
Il commissario Cantagallo è alle prese con uno strano delitto accaduto sotto il Forte della Trappola. Quel luogo, un tempo, vedeva soccombere i pericolosi saraceni che vi si avventuravano e oggi è il teatro di una tragica vicenda, dove ha trovato la morte una giovane badante polacca per overdose. L’inadeguato maresciallo Guerra dei Carabinieri di Castiglioni non è un fulmine e annaspa fra i flutti di un delitto che rischia di farlo affogare. Il borioso dottor Lanzara del Pronto Soccorso del porto non si smentisce e si arrampica sugli specchi per giustificare una morte per overdose. Però, certi fatti evidenti dimostrano a Cantagallo che le cose non sono andate come l’assassino voleva far credere. 
Il commissario ha già pronto l’abile tranello che farà scattare proprio sotto il Forte della Trappola. L’assassino non sospetta nulla e dovrà soccombere all’intuito micidiale di Cantagallo.
Questo e non solo questo è "LA COLLANA DI AMBRA" il giallo di Castiglioni Marina  del commissario Cantagallo che è stato pubblicato da Cristian Cavinato della Cavinato Editore International di Brescia.

Qui sotto potete leggere le prime pagine del primo capitolo del libro.




Un assaggio del giallo di Collitondi

Oggi vi propongo un assaggio delle prime pagine dell'indagine di paese "FLACONI E VECCHIE RICETTE" del commissario Cantagallo che si svolge a Collitondi in Toscana. Potete leggere le prime pagine cliccando più sotto dove c'è scritto "Leggi le prime pagine del libro".

Il commissario Cantagallo è messo in allarme dal direttore della clinica Villa Paradiso per la morte improvvisa di un’anziana. Non è il primo caso che accade. A Collitondi siamo in pieno luglio e in paese si muore dal caldo, in tutti i sensi. Il direttore si preoccupa dell’immagine della clinica e vuole che Cantagallo metta il bollo tondo sull’operato del personale. Prima, Cantagallo tergiversa. Poi, riconsidera la situazione. Pensa che non si può tirare da una parte e vuole capire quello che è successo. Ma è successo veramente qualcosa? All’inizio, il commissario pensa che la morte della donna sia avvenuta per cause naturali ma non è troppo convinto. Al solito, il Questore minimizza, pressa Cantagallo e insiste per chiudere l’indagine. Poi, accadono altri fatti che distraggono il poliziotto. La morte di un veterinario: anche quella per il caldo? Il danneggiamento a un night: perché non lo volevano denunciare? Le badanti russe reclutate in un bar: ma è tutto regolare? Un bancario dedito alle chat porno: prelevava i soldi dal conto della cliente? Alcuni fatti di corna: si sono scambiati le mogli? In tutto questo marasma, il commissario individua una pista da seguire e dovrà fare una missione notturna in una farmacia del paese per cercare delle ricette mediche.


Tutti i fatti conosciuti dovranno essere messi in fila e nel loro preciso ordine. Solo così, formeranno gli ingredienti della ricetta, che occorre al commissario Cantagallo per debellare il terribile omicida.
Questo e non solo questo è "FLACONI E VECCHIE RICETTE" il giallo di Collitondi  del commissario Cantagallo che è stato pubblicato da Cristian Cavinato della Cavinato Editore International di Brescia.

Qui sotto potete leggere le prime pagine del primo capitolo del libro.



mercoledì 18 luglio 2018

Gialli fatti in casa, come le tagliatelle


In questa estate bollente un post fresco… da sera ci sta proprio bene. 
Ritorno dopo una pausa estiva per parlarvi di nuovo dei gialli del commissario Cantagallo. Ma perché? C'è un perché particolare. Proprio stamani mentre parlavo in treno con una certa persona che chiamerò col nome di fantasia "Vincenzo" mi sono trovato a descrivere il personaggio del mio poliziotto e del tanto lavoro che occorra fare per preparare la stesura di un giallo. 
Proprio così, la stesura del giallo. Perché, pensandoci bene, scrivere un libro è un po' come fare le tagliatelle fatte in casa, quando si stende la pasta sulla tavola e poi si taglia a listerelle. Prima si scelgono sapientemente gli ingredienti, si amalgamano bene bene, senza fretta, senza trascurare i minimi particolari che, se ignorati, non la farebbero risultare alla fine liscia liscia da mandare giù in un solo boccone. Certo il ragù dà il tocco finale, però se la pasta non è buona, non c'è sugo che faccia acquistare alle tagliatelle il loro gusto inimitabile. 
Proprio questo, il gusto inimitabile di un piacere inconfondibile è quello che rimane dopo aver letto i gialli del commissario Cantagallo che nella nuova indagine di quest'anno trova il modo di confrontarsi con i poliziotti alquanto imbranati dell'Interpol fatti arrivare apposta in paese per risolvere il caso misterioso di un diplomatico scomparso in circostanze misteriose e rocambolesche. 
ll nuovo giallo speciale è intitolato  "UNA TEMPESTA NELLA TAZZINA" ed è qui che il poliziotto toscano si trova alle prese con un delitto internazionale. 
Proprio alla persona di fantasia che ho chiamato "Vincenzo" ho descritto il metodo investigativo razionale, rigoroso e, se volgiamo dirla tutta, scientifico del commissario Cantagallo che in questa nuova indagine sarà messo in discussione dal rozzo e discutibile ispettore capo rumeno che è stato incaricato ufficialmente di condurre le indagini. L'ispettore capo Lupescu, dell'Interpol di Bucarest, non è troppo abituato alle tecniche scientifiche e al metodo rigoroso del commissario. Le sue esperienze nella Polizia portuale di Costanza sul Mar Nero non sembrano proprio adatte per questa indagine. Cantagallo raccoglie le tracce con i guanti, invece Lupescu vuole toccare con mano le prove rintracciate sul luogo del delitto, senza nemmeno avere le mani pulite. Cantagallo dovrà far buon viso a cattivo poliziotto e dovrà fare appello a tutta la sua pazienza per non arrabbiarsi oltre il dovuto con quel poliziotto rumeno impresentabile dai metodi discutibili e dal carattere polemico. 
Nel giallo, come sempre, ci sarà uno spazio per così dire culinario con la ricetta magistrale del piatto del giorno che la signora Faraoni offrirà a Cantagallo e ai colleghi dell'Interpol. Visto che si tratta di un giallo speciale c'è anche una ricetta a sorpresa che arriva dritta dritta dalla Romania, in omaggio all'ispettore capo Lupescu. 
Lupescu che si darà da fare per tutta l'indagine per fabbricare, badate bene fabbricare, la verità di ciò che è accaduto. 
Cantagallo non fabbrica proprio nulla perché è un poliziotto del fare e si darà da fare per risolvere a modo suo il caso.
La soluzione sarà alla portata di tutti, un po' come le tagliatelle fatte in casa. Bisognerà far lavorare il cervello e muovere le mani mettendo insieme i tanti fatti conosciuti che rischiano di creare confusione nei poliziotti che conducono l'indagine. 
Metodo e rigore, questo è solo questo occorre per risolvere questo misterioso caso del delitto del diplomatico inglese. Ma chi è questo diplomatico inglese? Ve lo chiedete voi e se lo è chiesto pure il commissario Cantagallo.

Questo e non solo questo è "UNA TEMPESTA NELLA TAZZINA" il nuovo giallo in EDIZIONE SPECIALE del commissario Cantagallo che è stato pubblicato da Lello Lucignano della LFA Publisher di Caivano (Napoli).
P.S. Tanti saluti a quel tale "Vincenzo" di fantasia che mi ha dato lo spunto per fare due chiacchiere questa sera. Buona serata!

Il giallo è in vendita anche su IBS.